Area Riservata

Acquisti in corso

 x 

Cart empty

HVMANISTICA:
An international journal of early Renaissance studies

 

humanistica, an international journal of early renaissance studiesRivista di frontiera e, al tempo stesso, di cerniera, «HVMANISTICA» nasce come un’impresa e a suo modo un’avventura che si vuole rigorosamente collegiale, la cui prima ragion d’essere risiede forse nella multidisciplinarietà e internazionalità dei proprî interessi e nella conseguente diversità di scuole, di metodi e studî, di ambiti disciplinari anche, che in essa confluiscono non meno per vocazione che per necessità di confronto reciproco.

   La Rivista rifugge dall’erudizione fine a se stessa; nel contempo essa non ignora come ogni vera problematica storica o filologica, epistemologica o lato sensu filosofica, seppur nasca talvolta nell’urgenza di un’interrogazione attuale, poggi di necessità su di un supporto documentario adeguato e trovi di norma in un’appropriata metodologia la possibilità stessa di porsi utilmente, durevolmente illuminando il proprio oggetto e sovente, di là da esso, l’uno o l’altro aspetto della nostra azione di uomini.
   Il suo Collegio di Direzione / Editorial Board, che ne esprime naturalmente i Coordinatori / Senior Editors, riunisce personalità fra le più attive nella ricerca umanistica e rinascimentale europea e americana.

  humanistica_front.jpgIn deroga alla forma abituale, il primo numero, doppio, comprende soltanto contributi dei membri del Collegio direttivo; esso si configura in tal modo, e sia pur sempre parzialmente, come una sorta di autopresentazione di «HVMANISTICA» e dei suoi facitori e primi responsabili, e come un anticipo dell’apertura disciplinare della rivista, della sua geografia tendenzialmente europea e dell’arco temporale da essa prioritariamente investito: dal proto-Umanesimo del secolo XIII, fiorito soprattutto nei territori – poi veneti – compresi tra Padova, Vicenza e Verona, al piú maturo Rinascimento italico e all’ormai generale suo rivivere europeo sullo scadere del secolo XVI  – insomma, dal 1250 ca. al 1550 o persino al 1600.

   Ciascun fascicolo ordinario proporrà con cadenza semestrale una piú articolata formula in tre principali sezioni:

  1. «DOSSIERS» ad hoc su temi, problemi e figure rilevanti del mondo umanistico italico ed europeo di volta in volta concepiti e curati, d’intesa con la Direzione della Rivista, da uno o più membri del suo Collegio direttivo; 
  2. «STVDIA MISCELLANEA» votati ad accogliere i più diversi e liberi contributi di riflessione o di studio, ma pur sempre coordinati, a nome e per conto della Direzione tutta, dai Senior Editors deputati;
  3. «RASSEGNA», infine, destinata -a: all’analisi parallela e congiunta di edizioni e studî, di libri, mostre o spettacoli ovvero -b: a ritratti di studiosi moderni o di artisti, di intellettuali e di chierici del tempo.

   Il discorso aperto in ispecie nei, e dai, « DOSSIERS» potrà di volta in volta sfociare in un piú articolato insieme, ovvero appoggiarsi su speciali monografie che i Quaderni di HVMANISTICA non mancherebbero di accogliere, d’intesa con l’Editore, in appositi volumi.